Via al progetto "Dammi il cinque"

Attività di supporto didattico e approfondimento di specifiche aree d'interesse, mediante incontri tra bambini e neo laureati

Data:
21 Dicembre 2020
Immagine non trovata

L’Amministrazione Comunale ha avviato il progetto “Dammi il Cinque” finalizzato a creare delle opportunità di scambio d’informazioni, saperi e passioni stimolando la creatività e la curiosità dei ragazzi.

Il progetto consiste nello svolgimento di alcuni incontri settimanali fra bambini/adolescenti e giovani neo laureati che realizzeranno l’attività di supporto didattico e approfondiranno alcuni ambiti d’interesse, preventivamente scelti dai genitori.

Nel modulo d’iscrizione, infatti, sarà necessario indicare delle preferenze tra le aree didattiche proposte tra cui l’Area Linguistica, Espressiva, Musicale, Motoria, Scrittura Creativa e Creatività Artistica (è possibile indicare più di una preferenza).

 

“È ormai da anni che l’Associazione ‘Pippi Calzelunghe’ di Padova – ha spiegato l’Assessore alle Politiche Sociali, Monica Cesaro – collabora con il Comune di Vigodarzere nello svolgimento di attività come i centri estivi ed i servizi integrativi scolastici. Saranno loro a realizzare i laboratori, con la capacità e l’esperienza che li caratterizza, dal mese di gennaio fino a giugno 2021”

 

Gli incontri saranno svolti due giorni a settimana in orario compreso fra le 14.30 e le 17.00: il lunedì ed il mercoledì nella Scuola di Terraglione e il giovedì ed il venerdì per gli alunni delle prime classi della Scuola Primaria Secondaria di primo grado “A. Moroni”.

Visto il proseguimento della situazione d’emergenza connessa alla pandemia, è stato scelto di indirizzare l’attività agli alunni della scuola “Domenico Savio” di Terraglione e agli alunni delle prime classi della Scuola “A. Moroni”. I laboratori saranno organizzati nel rispetto delle norme anti contagio, evitando situazioni di “trasversalità”.

 

“I giovani sono stati una delle fasce più penalizzate dal virus, – ha affermato il Sindaco, Adolfo Zordan – che ha amplificato sentimenti d’isolamento e fragilità, già presenti nella fase della crescita. È stato necessario fare dei sacrifici ma, ora più che mai, riteniamo essenziale un ritorno alla socialità dei ragazzi.”

 

Per partecipare al progetto, i genitori dei ragazzi dovranno provvedere alla compilazione del modulo d’iscrizione già ricevuto in classe che sarà da consegnare direttamente alle Scuole entro il 18 dicembre 2020.

Per maggiori informazioni è possibile contattare l’Ufficio Servizi Culturali alla mail serviziscolastici@vigodarzerenet.it o ai numeri  049/8888313 – 049/8888374.

Ultimo aggiornamento

Lunedi 21 Dicembre 2020